Ok Questo sito utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza di navigazione. Per avere maggiori informazioni consulta la Privacy Policy cliccando qui.
Chiudendo questo banner, acconsenti all'uso dei cookie di terze parti.
Pussy Bag Cavallino by Gentucca Binifoto @martinbrunofoto

#piccolisegnipergrandisignificati

PICCOLI SEGNI PER GRANDI SIGNIFICATI

Pussybag è una piccola clutch/marsupio prodotta in italia con tutti i criteri dell’eccellenza. Un oggetto quotidiano che, con leggerezza e un tocco di irriverenza, assume un significato che va oltre al valore formale. E' un simbolo di forza e autonomia di pensiero e di espressione e un invito a tutte le donne a mettersi a nudo come gesto di profonda libertà.

Il 15% del ricavato wholesale delle vendite di Pussybag sarà devoluto all’associazione D.i.Re Donne in Rete contro la violenza, a sostegno del progetto “Germogli di autonomia”.

“Volevo, attraverso la mia consueta modalità espressiva - moda e design, dare un piccolo contributo a favore di una grande causa: così è nata la PUSSY BAG."

Gentucca

Pochette Bracelet rossa Sara Battaglia

#stopviolenceagainstwomen

IL PROGETTO "GERMOGLI DI AUTONOMIA"

L’idea del progetto realizzato dall'associazione D.i.Re Donne in Rete contro la violenza nasce dal bisogno di offrire alle donne che hanno subito violenza e sono in condizioni di particolari difficoltà economiche, l’accesso a una serie articolata di risorse per migliorare la qualità della vita nell’immediato e costruire nel medio - lungo periodo la realizzazione di obiettivi di vita autonoma.

Logo Donne in Rete contro la violenza

#diredonneinretecontrolaviolenza

L'ASSOCIAZIONE

D.i.Re Donne in Rete contro la violenza è la più grande associazione italiana che si occupa di violenza contro le donne. Riunisce attualmente 80 organizzazioni in 18 regioni dal Nord al Sud della penisola, che gestiscono oltre un centinaio di centri antiviolenza e oltre 50 case rifugio. Nel 2017 sono state accolte nei centri della rete D.i.Re circa 23 mila donne vittime di violenza, di cui oltre 13 mila al loro primo accesso. Si tratta nella stragrande maggioranza di donne che si sottraggono a esperienza di violenza nel contesto familiare o di coppia, di età compresa prevalentemente tra i 30 e 59 anni. Il lavoro dei centri antiviolenza si articola secondo due filoni principali: da un lato il supporto alle donne vittima di violenza, compresa l’accoglienza in case rifugio e alloggi sicuri, spesso insieme ai propri figli e figlie, l’assistenza psicologica e legale, l’accompagnamento nel reinserimento sociale anche attraverso il sostegno economico e lavorativo; dall’altro il lavoro di sensibilizzazione e formazione, advocacy e collaborazione istituzionale, volto a modificare il contesto socio-culturale

Scopri di più sull'associazione "D.i.Re"
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background

#pussybag

UNA DONAZIONE PER OGNI "PUSSYBAG"

Per ogni borsa "Pussybag" acquistata, il 15% del suo valore wholesale sarà donato all'associazione D.i.Re Donne in Rete contro la violenza in favore del progetto "Germogli di Autonomia".

VEDI TUTTE LE BORSE
foto di Gentucca Binifoto @delfinosistolegnani

#gentuccabini

CHI È GENTUCCA BINI

Gentucca Bini nasce a Milano nel 1970. La nonna, Bruna Bini, couturier, nel suo atelier di via Montenapoleone, negli anni sessanta, collaborò con i nomi del mondo artistico dell’epoca tra cui Lucio Fontana, Enrico Baj, Arnaldo Pomodoro ed Emilio Scanavino. Il padre Stefano, fu l’architetto che creò l'immagine di Pierre Cardin negli anni ’70 e il cui studio progettò tutti i negozi e le strutture Pierre Cardin nel mondo. Naturale che l’imprinting ricevuto da Gentucca abbia influito sul suo percorso professionale una volta terminati gli studi di architettura e industrial design tra Milano e Parigi. Dopo un’esperienza rilevante nell’atelier di Pierre Cardin, è stata l’assistente di André Leon Talley e, tramite lui, ha suscitato l’interesse di Karl Lagerfeld, che, per la sfilata di Chanel Couture Autunno 1997, scelse i suoi accessori, iniziando così una stretta collaborazione per le collezioni successive. Nello stesso anno Gentucca Bini lancia il suo marchio con il quale presenta tuttora la sua collezione. Nel 2006 diventa Direttore Creativo del brand Romeo Gigli per le collezioni Donna e Uomo e per tutta l’immagine del brand. Nel 2009 prende la direzione creativa di MCM brand ormai coreano, nel 2011 quella di Mantero seta e dal 2014 collabora collabora con Alcantara realizzando progetti di design e atchitettura. Attualmente, oltre a guidare il proprio marchio, collabora con prestigiosi marchi realizzando progetti di architettura, moda e design.

Scopri di più su Gentucca Bini